Proprietà, benefici e controindicazioni del kiwi

0
25

Tanta Vitamina C e antiossidanti in poche calorie, fa bene alla salute, è l’ideale per gli sportivi e per chi vuole dimagrire.

Il kiwi è un frutto dalle innumerevoli proprietà benefiche e curative, prodotto da una pianta chiamata Actinidia ed originario dalla Cina, ma ad oggi largamente coltivato anche in Italia.

Esistono due varietà di kiwi, la verde e la gold, entrambe, in Italia, maturano da fine ottobre ai primi di novembre. I frutti vengono raccolti ancora acerbi e di consistenza dura al fine di favorirne la conservazione e mantenerne intatte le proprietà nutrizionali.

Indice dei contenuti

Conservazione e consumo del kiwi

I kiwi si conservano a temperatura ambiente lontani da fonti di etere etilico, un gas rilasciato in particolar modo da alcuni frutti (principalmente le mele) e dalle patate, che ne accelererebbe la maturazione. Se si volesse consumare i kiwi a distanza di pochi giorni si consiglia, infatti, di posizionarne alcuni nel cesto della frutta (meglio se in presenza delle mele) e nel giro di cinque giorni o un settimana saranno giunti a maturazione. 

Informazioni nutrizionali del kiwi

  • è costituito da circa l’84% di acqua;
  • 100 grammi di prodotto (un frutto pesa mediamente 80-100 grammi) apportano 44 Kcal e contengono:
  • 9,0 grammi di carboidrati semplici; 
  • 2,2 grammi di fibra (di cui 0,8 grammi di fibra solubile);
  • 1,2 grammi di proteine;
  • 0,6 grammi di grassi;
  • 400 mg di potassio
  • 85 mg di vitamina C
  • 0,5 mg di ferro

Proprietà e benefici del kiwi

Il kiwi è considerato un alimento dal carattere fortemente antiossidante grazie all’alto contenuto di vitamina C (un frutto ne contiene almeno il 150% della quantità giornaliera raccomandata), di carotenoidi e di flavonoidi.

Proprio per questa sua proprietà il kiwi è considerato il frutto anti-età per eccellenza contrastando la formazione dei radicali liberi; la vitamina C rafforza anche il sistema immunitario, protegge i vasi sanguigni e favorisce la trasformazione del colesterolo in sali biliari, contrastando l’aterosclerosi.

Grazie al contenuto di fibre solubili ed insolubili, questo frutto è considerato uno straordinario regolatore intestinale, è quindi particolarmente indicato per chi soffre di stipsi e di emorroidi.

Le fibre contribuiscono anche a regolarizzare il metabolismo degli zuccheri e l’assorbimento dei grassi, riducendo di conseguenza il colesterolo nel sangue. La sua ricchezza di fibre e il basso contenuto calorico lo rendono adatto a chi segue un regime ipocalorico ed è quindi consigliato a chi vuole dimagrire.

Il kiwi è indicato anche nella dieta dello sportivo per l’ottimo contenuto in acqua, antiossidanti e potassio; proprio questo minerale è particolarmente utile nella prevenzione dei crampi muscolari. Questo frutto, proprio per l’abbondante contenuto di potassio, è indicato per combattere anche l’ipertensione.

Il kiwi contiene importanti quantità dell’aminoacido arginina, un vasodilatatore utile a favorire la circolazione sanguigna (indicato in gravidanza), ma anche nel trattamento dell’impotenza maschile; esso contiene anche la xantofilla, una sostanza che, come l’arginina, contribuisce nel combattere la disfunzione erettile, previene il tumore e l’infiammazione della prostata.

Il kiwi è uno dei pochi frutti a contenere l’acido folico (o vitamina B9, o vitamina M), molto indicato nelle donne in gravidanza in quanto è utile per un buon sviluppo del feto e preservarne la salute. L’acido folico e la vitamina C favoriscono l’assorbimento del ferro e quindi è ottimo in caso di anemia.

L’enzima actinidina presente nel kiwi è una proteina in grado di scindere le altre proteine e quindi funge da coadiuvante della digestione.

Controindicazioni

In alcune persone il kiwi può causare allergie o intolleranze soprattutto per la presenza dell’enzima actinidina; questo frutto è controindicato anche a chi soffre di morbo di Crohn in fase acuta e di diverticolosi del colon, a causa della presenza dei numerosissimi semini; infine si sconsiglia un consumo eccessivo, oltre i tre frutti al giorno viste le sue proprietà lassative.  

Potrebbe interessare anche: "Vitamina C: tutte le proprietà benefiche"

CONDIVIDI
Articolo precedenteGinkgo Biloba: proprietà, controindicazioni
Prossimo articoloLievito di birra, proprietà e benefici
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here