Ortopedia della spalla: come curare i problemi articolari

0
144

La spalla è un'articolazione complessa e la più mobile del corpo umano, ed è costituita da 5 articolazione e 26 muscoli. Ci permette di avere una grande libertà di movimento e garantisce la stabilità articolare nello spazio.

Essendo un'articolazione anatomicamente poco stabile e molto innervata, la spalla è soggetta a processi infiammatori dei tendini che circondano la spalla, all'usura delle strutture legamentose e all'artrosi, cioè all'usura della cartilagine che riveste i capi ossei. Inoltre, in seguito a incidenti e cadute, può capitare che la testa omerale non sia più correttamente centrata sulla scapola, creando l'instabilità della spalla.

L'ortopedia della spalla si occupa di tutte le patologie che riguardano questa articolazione, e quindi dolori, perdita di forze, ecc...

Ortopedia della spalla: la terapia riabilitativa e il trattamento chirurgico

I problemi articolari alla spalla, a seconda del danno, possono essere curati in due modi differenti: con la terapia riabilitativa o con l'intervento chirurgico.

Quando si hanno dolori che impediscono di muovere il braccio sopra la testa e che col tempo rovinano i tendini si può ricorrere alla terapia riabilitativa, in modo da evitare l'intervento alla spalla.

Inoltre le piccole lesioni non vanno necessariamente operate ma con la terapia riabilitativa i segmenti scheletrici possono essere riposizionati senza alcuna difficoltà. Nella maggior parte dei casi anche i farmaci risultano essere semplici palliativi, alleviano i sintomi ma non risolvono il problema. Quindi la soluzione migliore è affidarsi a fisioterapisti esperti che effettueranno un trattamento riabilitativo mirato.

Al trattamento chirurgico, che si esegue con tecniche artroscopiche, invece, si ricorre quando il problema è più serio. Ad esempio per curare la tendinopatia calcifica, saturare la cuffia dei rotatori, impiantare una protesi articolare e risolvere la rigidità articolare.

In seguito all'intervento chirurgico sarà necessario seguire un trattamento riabilitativo conservativo basato su terapie utili per controllare il dolore, rinforzare la muscolatura del cingolo scapolare, recuperare l'articolarità e la funzionalità nei gesti quotidiani. La riabilitazione post-chirurgica avverrà in palestra, piscina e campo.

Ortopedia della spalla: la tecnologia aiuta?

Per ogni ortopedico, fondamentale è saper adattare la chirurgia al paziente e non viceversa. Adeguarsi quindi ai pazienti cercando di offrire loro i migliori strumenti, quelli più innovativi e all'avanguardia.

Un ruolo importante gioca quindi la tecnologia, utile per aiutare a migliorare e semplificare gli interventi alla spalla. Nella chirurgia della spalla, la tecnologia ha fatto negli ultimi tempi notevoli passi avanti.

Tra gli strumenti più tecnologici, si può utilizzare un Navigatore GPS (Guide Personalized Surgery) per impiantare una protesi alla spalla con la guida di sensori. Attraverso i dati forniti dalla TAC, è possibile realizzare in 3D la mappa e percorsi da seguire all'interno della spalla. Il navigatore è dotato di telecamere e fornisce in tempo reale la posizione esatta degli strumenti e della protesi da impiantare.

Grazie alle innovazioni tecnologiche, sono state create protesi articolari speciali, realizzate con materiali resistenti e compatibili con i tessuti umani.

Utilizzare la tecnologia evoluta quindi significa avere una maggiore precisione e un minor rischio di complicanze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here