Dieta del supermetabolismo

0
12

La dieta del supermetabolismo (Fast metabolism diet) è stata ideata nel 2013 dalla nutrizionista americana Haylie Pomroy con lo scopo di risvegliare il metabolismo e quindi di favorire il dimagrimento.

Come funziona la dieta del supermetabolismo

Il ciclo completo della dieta del supermetabolismo dura 28 giorni (4 settimane) e promette di poter dimagrire fino a 8-10 kg; ogni settimana è suddivisa in tre fasi.

Nella prima fase (lunedì e martedì) si assumono prevalentemente carboidrati e molta verdura, ma anche delle frutta di stagione; lo scopo di questi primi due giorni è di calmare gli ormoni dello stress ed "insegnare" all’organismo ad utilizzare il cibo come fonte di energia, anziché accumularlo come adipe. Per favorire ciò è necessario affiancare dell’esercizio fisico di tipo aerobico (corsa, bicicletta, nuoto, ecc.).

Nella seconda fase (mercoledì e giovedì) si consumano prevalentemente cibi proteici (carne e pesce magri, legumi, uova, preferendo l’albume perché privo di grassi) e molta verdura, ma anche della frutta di stagione; lo scopo è quello di aumentare la massa magra nutrendo i muscoli che, a loro volta, utilizzeranno i grassi depositati nel tessuto adiposo come fonte energetica. In questa fase si devono affiancare degli esercizi con i pesi per favorire lo sviluppo muscolare.

Nella fase 1 e 2 sono vietati i grassi di cottura ed i condimenti.

Nella terza ed ultima fase (venerdì, sabato e domenica) si consumeranno i cibi previsti nelle due fasi precedenti, riducendo il quantitativo di carboidrati, aggiungendo inoltre alimenti contenenti grassi buoni, per esempio: olio d’oliva, olio di semi di girasole, olive, frutta secca (noci, mandorle, arachidi, anacardi, pistacchi ecc. che sono ideali per lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio, da consumarsi in quantità moderata durante questa fase); anche durante questa fase l’attività fisica non deve mancare, ma deve essere più leggera (passeggiate, yoga, stretching, massaggi ecc.).

Dieta del supermetabolismo, alimenti vietati e regole

Oltre l’obbligo di rispettare correttamente le tre fasi della dieta del supermetabolismo, si deve tener conto di alcune regole base; ecco le principali:

  • Sono vietati i derivati del frumento (pane e pasta), il mais, la soia, gli zuccheri raffinati ed i dolcificanti, il latte e derivati, gli alimenti confezionati, l’alcol, il caffè, il tè non deteinato, gli alimenti dietetici e la frutta essiccata.
  • Si deve mangiare 5 volte al giorno: colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, spuntino di metà pomeriggio e cena, rispettando degli intervalli di tempo di 3-4 ore tra un pasto e l’altro.
  •  Non saltare nessuno dei 5 pasti.
  • Fare colazione entro mezz’ora dal risveglio.
  • Bere almeno 30 ml d’acqua ogni chilogrammo di massa corporea.
  • Scegliere alimenti sani, senza conservanti e carni prive di nitriti e nitrati (per esempio i salumi).

Critiche alla dieta del supermetabolismo

Sicuramente questo modello nutrizionale porta ad una concreta accelerazione del metabolismo, ma è necessario sollevare qualche critica.

La dieta del supermetabolismo non prevede il conteggio delle calorie, vale a dire che è permesso mangiare a volontà pur rispettano le sue regole; tuttavia, per favorire il dimagrimento viene spontaneo pensare che, soprattutto per quanto riguarda l’assunzione dei carboidrati, è bene limitare le dosi alle giuste quantità.

Una seconda considerazione riguarda i cibi vietati: se già si escludono i derivati del frumento ed i latticini rimangono ben pochi alimenti da poter scegliere. Tra i carboidrati sono comunque permessi: riso, orzo, farro, avena, quinoa e miglio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDieta del limone
Prossimo articoloDieta disintossicante (detox) e alimenti depurativi
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here