Allenamento per i tricipiti

Il tricipite è il più importante muscolo posteriore dell’omero e la sua funzione principale è quella di estendere l’avambraccio concorrendo anche all’adduzione dello stesso.

Il tricipite è costituito da tre capi: lungo, laterale e mediale; tutti e tre si uniscono su un unico tendine che inserisce nell’ulna. Il capo lungo è inserito nella tuberosità sottoglenoidea della scapola, il laterale ed il mediale nella faccia posteriore dell’omero.

Nel  body building l’allenamento del tricipite è fondamentale perché, essendo il muscolo più grosso dell’omero, è quello che contribuisce maggiormente all’aumento del volume delle braccia.

Non allenare i tricipiti è comunque quasi impossibile, questi muscoli sono sempre molto coinvolti, così come i deltoidi, durante gli esercizi di distensione su panca per l’allenamento dei pettorali; per questo motivo si consiglia spesso di allenarli subito dopo gli esercizi per il petto.

Miglior esercizio per i tricipiti

L’esercizio principale per lo sviluppo dei tricipiti è rappresentato dalle distensioni su panca piana a presa stretta. Questo esercizio è simile a quello svolto per l’allenamento dei pettorali, ma adottando l’impugnatura stretta del bilanciere si isola il lavoro dei tricipiti, impedendo l’intervento dei pettorali.

Esecuzione: in posizione supina, sdraiati sulla panca piana con la schiena ben aderente ed i piedi appoggiati al pavimento, afferrare il bilanciere con un’impugnatura dall’ampiezza inferiore a quella delle spalle ed i palmi delle mani rivolti all’indietro; da questa posizione effettuare delle distensioni verso l’alto con ritorno al petto, all’altezza delle spalle.

Eseguire 6 serie da 8-10 ripetizioni ciascuna con movimento non troppo veloce controllando soprattutto la fase di discesa; espirare in fase di spinta ed inspirare nel ritorno.