Mandorle fresche (o verdi)

Le mandorle fresche vengono raccolte nei mesi di aprile e maggio quando il guscio non è ancora lignificato.

Così come le mandorle secche, anche le mandorle verdi fresche hanno un sapore delicato, ma, a differenza delle prime, hanno tempi di conservazione molto brevi.

Le mandorle fresche appena raccolte se sgusciate si possono conservare in luogo fresco non più di due o tre giorni, mentre si conservano per lunghi periodi nel freezer dopo averle private del guscio e della pellicola che le riveste, che risulta molto amara quando non essiccata.

Le mandorle, sia fresche che secche, oltre al consumo diretto possono essere impiegate anche in molte ricette per la preparazione di dolci, biscotti, primi o secondi piatti o contorni.

Sono spesso utilizzate anche per la preparazione di una gustosissima bevanda, il latte di mandorle dolci, dove l’utilizzo delle mandorle fresche è più pratico poiché, a differenza di quelle secche, non necessita della reidratazione.

Per la ricetta, le proprietà benefiche e le controindicazioni del latte di mandorla fatto in casa si rimanda all’articolo: “mandorle e latte di mandorla: proprietà a controindicazioni”.

Mandorle fresche: proprietà nutrizionali e benefici

Dal punto di vista nutrizionale, la differenza tra le mandorle fresche e quelle secche non cambia se non nella concentrazione dei componenti, visto che le prime contengono una leggera percentuale di acqua in più rispetto alle seconde.

Tra i macronutrienti troviamo il 50% di grassi mono e polinsaturi, il 20% di carboidrati e il 20% di proteine. Sono anche un ottima fonte di minerali, in particolare potassio, magnesio, fosforo, calcio e ferro, di vitamina E e di vitamina B2.

Anche le mandorle fresche sono piuttosto caloriche; 100 grammi apportano all’incirca 580 calorie, più o meno le stesse di quelle secche (circa 600 calorie).

Le proprietà benefiche delle mandorle fresche sono le stesse di quelle secche.

Grazie alla ricchezza in grassi insaturi hanno la capacità di abbassare il colesterolo nel sangue. La componente antiossidante, data principalmente dalla vitamina E e dai polifenoli, aiuta a rallentare l’invecchiamento, a prevenire le malattie degenerative e la comparsa di tumori ed a mantenere la pelle giovane ed i capelli sani.

Visto l’alto profilo nutrizionale, le mandorle fresche sono molto adatte come spuntino di metà mattina o di metà pomeriggio, da mangiare al naturale o leggermente salate, e sono anche un ottimo integratore naturale per gli sportivi.

Per approfondimenti sulle proprietà nutrizionali e benefiche delle mandorle si rimanda all’articolo: “mandorle: proprietà e benefici”.