Ferro

Il ferro è un elemento presente nel nostro organismo in forma Fe2+ (a livello ematico) e in forma Fe3+ (in fegato, milza e nel midollo osseo) con funzione di riserva. Il ferro ematico è un costituente dell’emoglobina, proteina componente dei globuli rossi con il compito di trasportare l’ossigeno nei tessuti attraverso il sangue, e della mioglobina, proteina avente la funzione di fissare l’ossigeno nei muscoli.

Il ferro è presente in molti alimenti, è assorbito nel primo tratto dell'intestino, ma la sua biodisponibilità è piuttosto bassa: è di circa il 10% per il ferro Fe2+ e dell'1-2% circa del ferro Fe3+. La capacità di assorbimento è favorita dalla presenza della Vitamina C, delle Vitamine del gruppo B, dell'acido citrico (presente soprattutto in molta frutta, in particolare negli agrumi e nell'uva) e del fruttosio (zucchero contenuto nella frutta); l'assorbimento è invece ostacolato se assunto assieme a caffè, tè, cibi ricchi di fibre o sostanza in grado di aumentare il Ph gastrico (l'acido cloridrico dello stomaco favorisce infatti l'assorbimento del ferro).

Un buon consiglio è quello di spruzzare del limone sulla carne o sul pesce in modo da favorire l'assorbimento del ferro grazie all'acido citrico e alla vitamina C.

Il ferro Fe2+ si trova principalmente nella carne e nel pesce, mentre il ferro Fe3+ è presente nei vegetali;  per questo motivo chi adotta un'alimentazione vegetariana ha un maggior rischio di carenza di questo elemento.

L'organismo è in grado di regolare l'assorbimento del ferro in base alla necessità.

Il fabbisogno giornaliero di ferro è all'incirca di 8-10 mg per l'uomo e di 18-20 mg per la donna in età fertile. 

Alimenti con il più alto contenuto di ferro:

ferro mineralericordando che il ferro maggiormente assimilabile è quello presente negli alimenti di origine animale, quelli che ne contengono maggiormente sono: il fegato, la carne (soprattutto quella rossa), i crostacei, il cacao, i legumi, i cereali, le uova e la verdura a foglia verde (in particolare gli spinaci).

Carenza di ferro:

la carenza di ferro si presenta con stanchezza, debolezza, perdita della concentrazione, disturbi mentali, mal di testa e anemia.

Le cause della carenza di questo minerale sono dovute principalmente ad una dieta vegetariana, ad un’alimentazione troppo ricca di fibre, a frequenti emorragie o nelle donne nei periodi di: mestruazioni, gravidanza o allattamento. Anche i neonati sono a rischio di carenza in quanto il latte materno è povero di ferro.