Castagne: proprietà nutrizionali e benefici

Il castagno (Castanea sativa) è una pianta longeva appartenente alla famiglia delle Fagaceae. È originario dell’Europa meridionale e può arrivare fino a 35 metri d’altezza.

castagne proprietà, castagne valori nutrizionali, castagne calorie, castagne benefici

I frutti del castagno in realtà sono i ricci che contengono da uno a quattro semi detti castagne.

Le castagne maturano ad autunno e le principali varietà sono: i Marroni, le Castagne, gli Ibridi Eurogiapponesi e le Giapponesi. Le più prelibate sono i Marroni perché presentano semi interi e la loro pellicola non penetra all’interno della polpa, risultando più facile da rimuovere.

Proprietà nutrizionali della castagna

Le castagne fresche sono ricche di amido e presentano un alto potere energetico; il loro apporto calorico varia in base a come vengono consumate;

vediamo alcuni dati relativi al valore energetico contenuto in 100 grammi di prodotto pulito (valori approssimativi):

castagne secche: 290 calorie;

castagne fresche: 210 calorie;

caldarroste: 190 calorie;

castagne lessate: 120 calorie.

100 grammi di prodotto pulito sono costituiti all’incirca da: 50 grammi di acqua, 45,5 grammi di carboidrati, 2,5 grammi di proteine e 2,0 grammi di grassi.

La castagna è anche ricca di minerali, in particolare di: potassio, fosforo, magnesio, calcio, ferro, zolfo, sodio. Contiene anche una buona quantità di fibra, vitamina C (43 mg/100 grammi) e tutte le vitamine del gruppo B.

Proprietà e benefici della castagna

Per il loro elevato potere energetico, l’importante presenza di minerali, soprattutto di potassio, le castagne sono indicate per chi pratica sport e per combattere la stanchezza fisica e mentale.

Proprio per la presenza di potassio, alle castagne sono attribuite proprietà antinfiammatorie e sono indicate in caso di reumatismi e febbre.

Il fosforo, assieme al calcio, è il principale costituente delle ossa ed è indispensabile per la formazione delle cellule nervose.

Le castagne, per il loro contenuto di fibre, favoriscono la motilità intestinale, l’equilibrio della flora batterica e l’abbassamento del colesterolo.

Sono anche indicate in gravidanza per la presenza di acido folico (vitamina B9), importante per prevenire le malformazioni fetali.

La farina di castagne può essere utilizzata al posto di quella di frumento per la preparazione di dolci e minestre per i soggetti intolleranti ai cereali.

Le foglie delle castagne, raccolte a metà primavera e successivamente essiccate, possono essere utilizzate per preparare degli infusi per alleviare i sintomi da raffreddamento.

Castagne, controindicazioni

Visto il loro elevato potere calorico ed il considerevole contenuto in zucchero, il consumo di castagne è sconsigliato in caso di obesità e diabete. Sono generalmente sconsigliate anche a chi soffre di gastrite, acne e malattie legate al fegato.

Castagne e capelli

L’acqua di cottura delle castagne o un impacco di bucce appena cotte possono essere utilizzate sui capelli biondi, dopo averli lavati, per dar loro una maggior lucentezza.

La polpa della castagna schiacciata può essere utilizzata per creare una maschera schiarente per capelli.