Cachi: proprietà calorie e benefici

Cachi: descrizione botanica e varietà

cachi, caco, kaki, cahi calorie, cachi proprietà, cachi benefici, kaki calorie, caco calorie

Il cachi (Diospyros kaki), detto anche caco o kaki, è una pianta appartenente alla famiglia delle Ebanaceae, originaria della Cina ed oggi diffusa in tutto il mondo. La sua altezza può raggiungere i 15 metri.

I suoi frutti, detti appunto cachi, sono di colore arancione, di forma tondeggiante e sono raccolti in autunno ancora acerbi perché una volta giunti a maturazione hanno tempi di conservazione molto brevi.

Esistono principalmente due varietà di cachi che si distinguono principalmente per la loro consistenza, mentre il sapore è molto simile. La prima è il cachi tradizionale, caratterizzato da polpa molto tenera che si può mangiare anche con un cucchiaio, dopo aver tagliato in due il frutto; la seconda varietà è denominata cachi vaniglia o cachi mela, avente la polpa più soda, è più pratico da mangiare e si può tagliare a spicchi come una mela.

Conservazione del cachi

Come già detto il cachi viene raccolto ancora acerbo e si conserva bene in un luogo fresco, possibilmente al buio e, soprattutto, lontano da altri frutti maturi. Per accelerarne la maturazione, infatti, il trucco è quello di posizionare alcuni cachi sopra delle mele, pere o patate; queste, traspirando, liberano etere etilico, una sostanza in grado di maturare i cachi (ma anche i kiwi) in pochi giorni.

Calorie e valori nutrizionali del cachi

Il cachi è considerato un frutto piuttosto energetico; 100 grammi apportano circa 70 calorie e la sua composizione è mediamente ripartita in:

78-80 grammi di acqua;

16-18 grammi di zuccheri;

0,8 grammi di proteine;

0,4 grammi di grassi;

2,5 grammi di fibre;

sali minerali principali: 165 mg di potassio, 20 mg di fosforo;

7-50 mg di vitamina C (in base al gradi di maturazione) e 1,4 mg di vitamina A.

Proprietà e benefici del cachi

Il cachi per il suo elevato contenuto di zuccheri semplici, facilmente assimilabili, e per l’abbondante presenza di potassio, è un valido rimedio naturale contro la stanchezza e lo stress, oltre ad essere un frutto molto indicato in caso di inappetenza e per chi pratica sport.

Proprio per il buon contenuto di potassio, i cachi sono considerati dei frutti con proprietà diuretiche e, in generale, per la loro composizione vitaminica e minerale, esercitano un’azione protettiva nei confronti di fegato, pancreas, stomaco, intestino tenue e milza.

I cachi ben maturi hanno proprietà lassative e sono considerati un valido aiuto contro la stitichezza; caratteristica dovuta alla presenza delle fibre che, oltre a favorire il transito intestinale, rafforzano anche la flora batterica sostenendo il sistema immunitario in sinergia con la vitamina C.

I cachi acerbi invece sono ricchi di tannini, responsabili del sapore “allappante? (che dà la sensazione di “bocca legata?, percepibile soprattutto sul dorso della lingua) e quindi meno prelibati, hanno proprietà astringenti.

Controindicazioni del cachi

Un cachi di medie dimensioni pesa 250-300 grammi, apporta oltre 200 calorie e circa 50 grammi di zuccheri; per questo motivo è sconsigliato in caso di obesità e diabete.