Bacche di acai

Le bacche di acai sono piccoli frutti dal sapore acidulo, ma gradevole, simili ai mirtilli, prodotti da una palma originaria della foresta pluviale del Centro-Sud America, l’Euterpe oleracea.

Questi frutti sono consumati da secoli dalle popolazioni del Sud America e, negli ultimi anni, sono andate sempre più diffondendosi su tutto il mercato mondiale per via delle loro presunte proprietà benefiche.

In commercio le bacche di acai si trovano sotto forma di succo concentrato, di integratore o di polpa surgelata; è possibile trovarle in erboristeria, in qualche supermercato e sul mercato online. In quest’ultimo caso è bene accertarsi della qualità e della serietà del venditore.

Caratteristiche nutrizionali delle bacche di acai

In realtà le bacche di acai contengono un elevato quantitativo di antiossidanti e comunque in quantità minore rispetto all’uva nera, ai mirtilli o altri frutti di bosco.

Le bacche di acai contengono quindi:

una buona quantità di antiossidanti, soprattutto antocianine;

una discreta quantità di vitamine: A, B1, B2, B3, C ed E;

grassi: oltre i due terzi sono gli acidi grassi essenziali Omega 3, 6, 9;

una buona quantità di proteine;

sali minerali.

Proprietà delle bacche di acai

Complessivamente le proprietà benefiche delle bacche di acai sono attribuite al loro contenuto in antiossidanti e acidi grassi essenziali omega 3, 6 e 9.

Gli antiossidanti, come è risaputo, sono dei composti che contrastano la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e di favorire la comparsa di malattie degenerative, compresi i tumori.  Le bacche di acai, per il loro altissimo contenuto di antiossidanti, inserite all’interno di un’alimentazione equilibrata, possono contribuire ad un benessere generale.

La buona presenza di acidi grassi mono e polinsaturi (omega 3, 6, 9), in sinergia con le sostanze antiossidanti e la presenza di fitosteroli, contribuiscono a preservare la salute delle arterie ostacolando l’accumulo di colesterolo.

Le bacche di acai, grazie al loro generoso contenuto di fibre e proteine, sono in grado di ridurre sensibilmente il senso di fame per il loro potere saziante, oltre ad avere un bassissimo indice glicemico; queste caratteristiche le rendono un alimento particolarmente indicato all’interno di una dieta dimagrante. Le fibre si rivelano utili contro la stitichezza, poiché favoriscono la regolarità intestinale, quindi all’allontanamento di scorie e tossine.

Controindicazioni delle bacche di acai

Il consumo di bacche di acai non sembra avere particolari controindicazioni, ma è bene attenersi ai dosaggi consigliati. Gli inconvenienti che si possono verificare in seguito ad un sovradosaggio sono legati a problemi intestinali, vista l’abbondante presenza di fibre. Per quanto riguarda l’utilizzo in gravidanza e durante l’allattamento, non vi sono prove della totale sicurezza di utilizzo di questi frutti, quindi, sarebbe opportuno non consumarli.