Panche per addominali: quali scegliere

La panca per gli addominali pur essendo un attrezzo ginnico molto semplice, occorre prestare attenzione alla qualità e alla resistenza dei materiali impiegati: essa dovrà sostenere il peso del corpo e lo schienale deve essere munito di imbottitura.

Una panca per addominali di qualità non deve essere necessariamente molto costosa; sul mercato online se ne trovano a prezzi veramente vantaggiosi.

I componenti indispensabili di una panca per addominali sono: uno schienale con imbottitura ergonomica, regolabile in declinazione per i vari livelli di intensità di allenamento, e la presenza di 4 rulli rivestiti in materiale espanso, dei quali 2 servono da appoggi per le gambe e 2 da fermapiedi.

Molto pubblicizzate sono le panche provviste di supporti che permettono di agevolare il lavoro degli addominali mediante la spinta delle braccia, un esempio ne è la famosa AB King Pro. Queste possono essere utili ai principianti, ma una volta acquisito un minimo di allenamento, risulteranno troppo soft per chi desiderasse allenarsi più intensamente. Il prezzo di queste panche non è eccessivo, ma mediamente superiore alle classiche panche per gli addominali, più semplici, ma sicuramente più efficaci; perciò, per chi volesse allenarsi con l’ausilio di un attrezzo che permetta la collaborazione delle braccia durante la spinta in salita, è consigliabile optare per attrezzi più semplici e, soprattutto, più economici tipo gli Ab Roller.

L’alternativa per chi è all’inizio e non desidera acquistare alcun attrezzo è quella di svolgere gli esercizi per gli addominali eseguendo dei crunch o dei sit up a terra, distesi su un tappeto con i piedi ben appoggiati al pavimento o bloccati sotto un qualsiasi appoggio. Successivamente, per una maggior intensità di lavoro di questi muscoli e quindi per un miglior risultato, sarà necessario l’acquisto di una panca per gli addominali con schienale declinato.