Ugola infiammata, gonfia e allungata: cause e rimedi

Uvulite (o uvulitis): infiammazione dell'ugola

ugola gonfia, ugola infiammata, ugola allungata, uvulite, uvulitis, rimedi ugola gonfiaL’uvulite, o uvulitis, è una condizione in cui l’ugola si presenta infiammata, quindi ingrossata e lunga a tal punto da toccare la lingua.

Di solito l’infiammazione non interessa solamente l’ugola, ma anche una parte circostante del palato molle che può far aumentare il volume dell’ugola fino a 3-5 volte le dimensioni normali.

Il più delle volte l’uvulite si manifesta di notte mentre si dorme; ad un certo punto ci si sveglia con la sensazione di avere un corpo estraneo in gola ed una continua necessità di deglutire, fino ad avvertire un senso di soffocamento e, nei casi più gravi, difficoltà di respiro.

Ugola infiammata: cause

Le cause che provocano l’infiammazione dell’ugola possono essere dovute ad infezioni, irritazioni, disidratazione o traumi; vediamole nei dettagli:

  • Le infezioni possono derivare da virus, batteri o funghi;

  • L’irritazione può essere causata da fumo o da altre sostanze irritanti come i succhi gastrici. Il reflusso gastro-esofageo è uno dei fattori scatenanti e motivo per cui l’uvulite si manifesta durante la notte;

  • La disidratazione dell’ugola è dovuta alla respirazione con la bocca aperta, condizione frequente durante il sonno, specialmente in caso di raffreddore;

  • Anche i traumi all’ugola o al palato molle adiacente ad essa possono provocare infiammazione. Tale condizione è piuttosto insolita, ma può verificarsi in seguito all’endoscopia.

Ugola infiammata: rimedi

La fase acuta dell’uvulite normalmente si risolve in modo spontaneo nel giro di uno o due giorni, tuttavia è possibile intervenire sulla causa scatenante l’infiammazione.

Nel caso in cui la causa dell’infiammazione dell’ugola sia la disidratazione basterà bere dell’acqua, altrimenti è possibile assumere degli antinfiammatori praticando anche dei gargarismi per favorire l’azione disinfiammante.

Un ottimo rimedio naturale molto efficace è quello di fare dei gargarismi con acqua e sale, perché proprio il sale è un eccezionale antinfiammatorio e antibatterico.

Talvolta il medico, in caso di sospetta infezione batterica, può prescrivere degli antibiotici.

Per prevenire tale disturbo un'alimentazione ricca di principi attivi atinfiammatori naturali può dimostrarsi fondamentale; per questo si rimanda all'articolo sugli "antinfiammatori naturali"