Ricetta antinvecchiamento 

per una lunga giovinezza

Il tempo di sicuro non si può fermare, ma tutti abbiamo la possibilità di limitarne i segni sulla pelle e nel nostro organismo e, di conseguenza, apparire più giovani e vivere più a lungo.

I tre fattori da rispettare per mantenersi giovani più a lungo sono: l’alimentazione, l’attività fisica e lo stile di vita, questi prevengono la formazione dei radicali liberi e gli stati infiammatori dell’organismo.

Come fare per rimanere giovani più a lungo e quindi mantenersi in salute?

Alimentazione antinvecchiamento

Una dieta ricca di verdura, frutta e cereali integrali garantisce all’organismo la disponibilità vitaminica, minerale e di fibre di cui ha bisogno per il suo corretto funzionamento. La dieta mediterranea è tra le più indicate per migliorare lo stato generale di benessere.

Importante è scegliere fonti proteiche magre come il pesce e la carne bianca di pollo e tacchino.

Bere almeno un litro e mezzo d’acqua durante tutto l’arco della giornata per garantire l’idratazione ed il funzionamento ottimale delle cellule.

Premesso ciò, sono quindi gli antiossidanti contenuti in frutta e verdura a difenderci dai radicali liberi, che sono la causa dell’invecchiamento.

Tra le vitamine ad alto potere antiossidante c’è la vitamina C, abbondante nei peperoni, nei kiwi e negli agrumi, il cui fabbisogno si aggira sui 70 mg al giorno, ma che per apprezzare le sue qualità antiossidanti se ne dovrebbero assumere circa 200 mg, suddivisi in tre somministrazioni giornaliere.

Altre vitamine dall’alto potere antiossidante sono la vitamina A e la vitamina E. La vitamina A è presente nel fegato animale, nel latte e derivati, nelle uova, nelle carote, negli ortaggi a foglia verde, nella frutta e verdura di colore giallo, nei pomodori e nelle ciliegie. La vitamina E la troviamo negli oli vegetali (olio d’oliva e di semi), nei cereali integrali, nelle uova, nella frutta in guscio (mandorle, noci, nocciole, arachidi, ecc.) e in alcuni ortaggi come gli spinaci, gli asparagi, i broccoli ed i pomodori.

Importantissime sostanze dalle spiccate attività antiossidanti contenute in molta frutta e verdura sono i polifenoli e le antocianine, oltre al betacarotene che è il precursore della vitamina A ed è contenuto nei vegetali sopra indicati (carote, ortaggi a foglia verde, frutta e verdura di colore giallo, pomodori, ciliegie). I polifenoli si trovano nella maggior parte della frutta e della verdura, soprattutto in quelle colorate, nei cereali, nel cioccolato fondente, nel tè e nel caffè, mentre le antocianine abbondano nella frutta di colore rosso come i frutti di bosco, le ciliegie, le prugne e nell’uva rossa, nei fagioli, nelle melanzane e negli ortaggi rossi come i ravanelli e cavoli rossi.

Frutta, verdura e cereali contengono molte fibre, importanti per disintossicare l’organismo facilitando l’eliminazione di scorie, tossine e grassi in eccesso.

Anche gli acidi grassi essenziali Omega 3, contenuti in grandi quantità nel salmone e nel pesce azzurro, sono fondamentali per il metabolismo cellulare e per contrastare gli stati infiammatori.

Sono invece da limitare i cibi ricchi di grassi e zuccheri: carni rosse, insaccati, latte intero, formaggi, fritture, dolci, biscotti, prodotti confezionati, carboidrati raffinati ed alcolici.

Attività fisica per rimanere giovani

Lo sport mantiene giovani, migliora la circolazione sanguigna e quindi l’ossigenazione dei tessuti; è sufficiente praticare 30-40 minuti di attività aerobica per almeno 3-4 volte in settimana o 45 minuti di camminata  a passo sostenuto ogni giorno.

Attività anaerobiche come il bodybuilding sono eccezionali, perché in seguito allo sforzo stimolano il rilascio di potenti ormoni anabolizzanti come il testosterone (nell’uomo), l’ormone della crescita e l’IGF-1, ai quali sono attribuite proprietà antinvecchiamento.

Lo sport è utile sì, ma non si deve esagerare; oltre i 45 minuti di sforzo continuativo ad intensità medio-alta vi è un incremento della produzione di cortisolo, detto ormone dello stress, responsabile della formazione di radicali liberi.

Stile di vita per rimanere giovani

Il fumo, l’eccesso di alcol e la sedentarietà sono comportamenti che accelerano il processo d’invecchiamento.

Dormire poco e tutte le situazioni di stress fisico e psichico favoriscono l’aumento di cortisolo e quindi l’invecchiamento.

Molto importante è anche difendersi dai raggi ultravioletti del sole utilizzando creme protettive e, se possibile, non esporsi durante le ore centrali della giornata. Anche l’inquinamento da smog causa la formazione di radicali liberi.

Infine, per rimanere giovani più a lungo, è importante allenare la memoria cercando di imparare sempre cose nuove, ma anche di sforzarsi ad eseguire mentalmente alcune operazioni matematiche senza l’utilizzo della calcolatrice.