Cervicalgia o dolore cervicale: 

sintomi e rimedi

La cervicalgia, meglio conosciuta come cervicale, è un dolore che interessa la regione delle vertebre cervicali e quindi del collo, ma che può irradiarsi fino alle spalle e, nei casi più gravi, fino alle braccia (con dolore o formicolio).

Dolore cervicale: cause

Le cause della cervicalgia possono essere diverse: postura scorretta (soprattutto chi mantiene una posizione errata per tempi prolungati: durante la guida, in ufficio, davanti al pc, durante la lettura ecc.), sedentarietà, colpi di freddo, artrosi cervicale, discopatie cervicali, traumi, movimenti bruschi, utilizzo di cuscini inadeguati, ecc.

Dolore cervicale: sintomi

I sintomi più comuni della cervicalgia sono rappresentati principalmente da un dolore a livello del collo, che si presenta irrigidito e dolente anche alla palpazione e da una difficoltà nei movimenti della testa.

Questo disturbo è spesso accompagnato da mal di testa e, talvolta, da vertigini e senso di nausea.

Dolore cervicale: cura e rimedi naturali

Dopo la diagnosi medica, la cervicalgia può essere trattata con i farmaci, con la fisioterapia o, in casi più gravi, con la chirurgia.

Nel caso di episodi occasionali di cervicalgia può essere sufficiente una terapia con dei farmaci analgesici, tipo il paracetamolo e l’ibuprofene, quest’ultimo ad azione antinfiammatoria e appartenente alla categoria dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).

Se dopo alcuni giorni l’infiammazione dovesse persistere, il medico potrebbe prescrivere dei miorilassanti da associare ai farmaci analgesici.

Raramente, nei casi più gravi, può rendersi necessario ricorrere ad infiltrazioni di anestetici locali e cortisone.

Passata la fase acuta del dolore si può ricorrere alla fisioterapia, ai massaggi ed eventuali manipolazioni da parte di personale esperto.

Tra i rimedi naturali più efficaci ricordiamo i seguenti:

massaggiare due o tre volte al giorno la zona dolorante con alcune gocce di olio essenziale di rosmarino (avente proprietà rilassanti ed antidolorifiche), diluite in una piccola quantità di olio vegetale, per esempio l’olio di mandorle;

l’artiglio del diavolo, viste le sue straordinarie proprietà antinfiammatorie, è un altro rimedio naturale molto efficace contro i dolori cervicali, è possibile reperirlo in erboristeria sotto forma di integratore, oppure come pomata da massaggiare due o tre volte al giorno sulla zona interessata;

l’arnica, come l’artiglio del diavolo, si dimostra efficace contro questo disturbo grazie alle sue spiccate proprietà antinfiammatorie ed analgesiche; è possibile reperirla in erboristeria sotto forma di pomata da massaggiare due o tre volte al giorno sulla zona dolorante.

Esercizi contro il dolore cervicale

Gli esercizi contro la cervicalgia servono per sciogliere le tensioni. Questi consistono nell’eseguire dello stretching per il collo e delle rotazioni della testa a collo flesso. Vediamone le modalità di esecuzione.

Stretching contro la cervicale:

per una corretta esecuzione dello stretching cervicale: espirare durante il raggiungimento del massimo allungamento senza però arrivare ad avvertire un eccessivo dolore. Tutti gli esercizi saranno svolti in maniera lenta e senza movimenti bruschi.

Di seguito verranno proposti tre esercizi semplici da eseguire una sola volta ciascuno.

Primo esercizio: da seduti con la schiena diritta, posizionare le mani dietro la nuca e spingere delicatamente e lentamente la testa in avanti e poi verso il basso fino a sentire la tensione muscolare nella parte posteriore del collo; mantenere la posizione per almeno 20 secondi.

Secondo esercizio: con la mano destra sulla testa eseguire una leggera trazione laterale verso destra fino a sentire la tensione muscolare nella parte laterale sinistra del collo; mantenere la posizione per almeno 20 secondi per poi ritornare lentamente alla posizione di partenza e ripetere l’esercizio verso sinistra. Importante è mantenere ferme le spalle durante l’esercizio.

Terzo esercizio: rivolgere il viso verso l’alto rovesciando all’indietro la testa; anche in questo caso mantenere la posizione per 20 secondi.

Un esercizio di mobilizzazione del rachide cervicale da svolgere più volte al giorno è il seguente: flettere in avanti il collo ed eseguire lentamente quattro ampie rotazioni della testa, prima verso una spalla, poi verso l’altra.