Dieta del limone

depurarsi e dimagrire

Perché proprio il limone? 

La dieta del limone, grazie alle proprietà drenanti e purificanti di questo agrume, può realmente aiutare a perdere peso se associata ad un’alimentazione genuina ed un regime alimentare ipocalorico ed equilibrato, tutto accompagnato da una moderata attività fisica. Il succo di limone ha un effetto stimolatorio su tutto l’apparato gastrointestinale, favorisce la salivazione e la produzione di enzimi utili alla digestione, nonché potenzia le funzioni del fegato e favorisce la motilità intestinale. È anche risaputo che le diete alcaline sono le più efficaci al fine del dimagrimento. Il limone è, a tutti gli effetti, un alimento alcalinizzante, nonostante sia un frutto ricco di acido citrico e acido ascorbico (vitamina C); il motivo sta nel fatto che questi due acidi, di origine organica, sono metabolizzati in breve tempo, mentre i restanti componenti, di origine inorganica, sono alcalinizzanti e permangono più a lungo nell’organismo.

Quanto deve durare la dieta del limone? Una settimana e non di più. Il motivo è semplice: in sette giorni l’organismo riesce a depurarsi dalle tossine e dai liquidi in eccesso, nonché ad eliminare parte del tessuto adiposo. Proseguire per più di sette giorni diventerebbe controproducente perché un regime ipocalorico tende a rallentare il metabolismo e ad indurre il nostro corpo ad accumulare grasso come sistema di difesa da un eventuale “carestia”. Risultato? Si continuerebbe a perdere comunque peso, ma questa volta a discapito della massa magra, poiché l’organismo ricaverebbe l’energia dai muscoli, perciò, durante quei sette giorni è utile seguire una dieta equilibrata oltre che ipocalorica, garantendo all’organismo tutti i nutrienti necessari.

Come fare la dieta del limone in 7 giorni

Innanzitutto, come detto poc’anzi, bisogna consumare solamente prodotti genuini. Evitare quindi grassi saturi e zuccheri: dolci, cibi fritti, prodotti confezionati, formaggi grassi e carne grassa (soprattutto quella rossa); limitare pane, pasta e riso, preferendo eventualmente quelli integrali.

Bere almeno 1,5 o 2 litri d’acqua al giorno (compresa quella con il limone).

Menù di esempio della dieta del limone:

Appena alzati, mezz’ora prima di fare colazione, bere un bicchiere di 250-300 ml d’acqua a temperatura ambiente con il succo di uno o due limoni.

Colazione:

tè o caffè e uno yogurt magro, oppure 250 ml di latte (non intero) o latte di soia con cereali integrali, una fetta di pane integrale o due fette biscottate.

Spuntino:

un bicchiere d’acqua con il succo di un limone ed un frutto di stagione, o una manciata di frutta secca (esempio: 6-8 mandorle, noci o semi di zucca), oppure una macedonia di frutta senza zucchero con succo di limone.

Pranzo:

primo, terzo, quinto e settimo giorno: una fettina di petto di pollo, tacchino, vitello o pesce (100-120 grammi), lessati, al forno oppure ai ferri, conditi con succo di limone ed accompagnati con una fetta di pane possibilmente integrale (40-50 grammi). Come contorno: della verdura grigliata o cotta al vapore e per finire delle verdure fresche, condite con succo di limone ed olio extravergine d’oliva;

secondo, quarto e sesto giorno: 80 grammi di pasta o 120 grammi di riso (meglio se integrali) con condimenti leggeri (sugo al pomodoro, verdure, ricotta magra). Come contorno: verdura o legumi cotti al vapore ed infine verdure fresche o legumi (se non già mangiati in precedenza), conditi con succo di limone e olio extravergine d’oliva.

Merenda:

come per lo spuntino: un bicchiere d’acqua con il succo di un limone ed un frutto di stagione, o della frutta secca, o della verdura cruda, oppure una macedonia di frutta senza zucchero con succo di limone.

Cena:

alternare giornalmente 100-120 grammi di pesce lesso, al forno o alla griglia con pari quantità di carne di pollo, tacchino o vitello, conditi con succo di limone ed accompagnati con una fetta di pane possibilmente integrale (40-50 grammi). Come contorno: verdure cotte al vapore o grigliate ed infine dell’insalata mista fresca condita con succo di limone ed olio extravergine d’oliva. In alternativa, è possibile mangiare un’insalata verde e pomodori con una mozzarella light, una scatoletta da 80 grammi di tonno al naturale, il tutto conditi con succo di limone ed olio extravergine d’oliva.

Un paio d’ore prima di andare a dormire:

bere un bicchiere di 250-300 ml d’acqua a temperatura ambiente con il succo di un limone.

Controindicazioni della dieta del limone

Il limone è un frutto che offre moltissimi benefici, tuttavia, è controindicato alle persone che soffrono di ulcera gastrica, gastrite o di allergia agli agrumi.

Prima di iniziare questo tipo di dieta è opportuno provare qualche giorno prima bevendo un bicchiere d’acqua e succo di limone appena alzati per accertarsi che non vi siano reazioni allergiche.

Per maggiori informazioni sul limone si rimanda all’articolo “Limoni e succo di limoni; proprietà e benefici